Tag

, , ,

Le vigne si ergono fiere su ripidi terrazzamenti di fronte allo stretto di Messina, circondate da boschi secolari di querce e castagni. Siamo a Faro, sulla punta nord della Sicilia, dove ha sede l’azenda agricola Bonavita. Qui la vite si coltiva fin dall’antichità, da quando il popole greco dei Pharii colonizzò queste terre. Oggi vi si coltivano, con grande cura e rispetto, le uve autoctone di questa zona, il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio e il Nocera. In vigna non si utilizzano concimi chimici, ma solo sovesci di leguminose per apportare sostanza organica al terreno. Non si usano erbicidi o insetticidi, ma solo bassi quantitativi di zolfo e rame contro i parassiti. In cantina non si interviene sulle uve, non si aggiungono solforosa o altri prodotti chimici durante la fermentazione, semplicemente si effettuano lunghe macerazioni con follature manuali seguite da una pressatura soffice. Eccomi di nuovo seduta, in compagnia di Giuglia Graglia, sul nostro comodo divano con in mano proprio un bicchiere di Faro Bonavita. Mi vengono in mente i pranzi e le cene condivisi anni fa con Giulia, quando frequentavano la scuola di cinema e il corso da sommelier non era neppure nei nostri progetti, ma già ci divertivamo ad assaporare ottimi bicchieri da accompagnare a qualche manicaretto! E’ proprio vero che le vecchie abitudini non si dimenticano, soprattutto quando sono condivise con amici sinceri. Non ci resta che partire con il nostro prossimo assaggio….

Annunci