I vini del divano – Le Coste Bianco

Cosa c’è di meglio che degustare un vino seduti su un comodo divano in compagnia di una fidata amica sommelier? Giulia Graglia vi darà delle indicazioni sull’ azienda e sul produttore, mentre la sottoscritta si concentrerà soprattutto sulla degustazione e sul racconto delle emozioni che scaturiscono dal bicchiere. Non ci sono schede tecniche, non c’è copione, semplicemente le nostre sensibilità che si incontrano con l’espressività e la personalità del vino. Si stappa la bottiglia, si ruota il vino nel bicchiere, si assaggia, si scambiano impressioni all’impronta, mentre il sole filtra dalla finestra e il tempo si dispiega sornione, senza le pressioni dei banchi d’assaggio, delle degustazioni ufficiali, dei giudizi di merito. Un regalo, un momento di pausa, innanzi tutto per le nostre vite poi, forse, per quelle di coloro che seguiranno questi video, ritagliato nella frenesia del quotidiano. Per non dimenticare che possiamo ancora concederci lo spazio per far volare i nostri sensi e i nostri pensieri su strade inesplorate. Il nostro viaggio inizia dal Lazio, dal Bianco dell’azienda Le Coste che ha sede a Gradoli, nel viterbese. Le vigne si distendono su una linea di colline che si affacciano sul lago vulcanico di Bolsena. Le Coste di Gianmarco Antonuzi è una realtà relativamente giovane, nata nel 2004, ma che ha già saputo esprimersi in risultati di tutto rispetto. Non ci resta che assaggiare…..

Il Pico di Angiolino Maule

L’azienda di Angiolino Maule si trova a Gambellara, in provincia di Vicenza, sull’estremità meridionale dei Monti Lessini. I vigneti si estendono su colline di origine vulcanica. Maule è un rigoroso e combattivo produttore naturale che, con la sua filosofia, ha ispirato molti altri vignaioli. Il Pico è realizzato con il vitigno autoctono Garganega in purezza. Da sottolineare che il vino non contiene solfiti aggiunti.

Favorita Cà ed Balos

Azienda situata a Castiglione Tinella, in provincia di Cuneo, nell’area di produzione del Moscato. Sull’etichetta troviamo uno spartito musicale con dei grappoli d’uva al posto delle note, in riferimento alle danze che si svolgevano anticamente intorno al casale nel periodo della vendemmia. La Favorita è un vitigno di origine ligure, giunto nelle Langhe attraverso le colline del basso Piemonte, insieme alle carovane che percorrevano le strade del sale e dell’olio. Dopo un periodo di abbandono, è stato riscoperto a partire dagli anni Settanta. Gli acini sono di colore giallo dorato, dolci e succosi, adatti anche ad essere usati come uva da tavola. Cà ed Balos in dialetto locale significa “casa del furbetto, del birbantello”. L’azienda è di proprietà di Renata Bonacina, che si è trasferita con la sua famiglia a Castiglione Tinella, dopo aver vissuto in varie città italiane ed anche in Francia, Spagna e Stati Uniti. Non ci resta che assaggiare il vino….

Barbera “Asinoi” Carussin

Incontro all’Enoteca Trucchi di Via Cavour, una realtà nata da appena due anni ma che già si sta facendo conoscere per l’accurata selezione delle etichette, scelte soprattutto tra i piccoli produttori non presenti in grande distribuzione e con un occhio di riguardo verso i vini biologici e biodinamici. Oggi, in compagnia della proprietaria, Stefania Trucchi, e della sommelier e regista, Giulia Graglia, degustiamo la Barbera “Asinoi” di Carussin. Azienda agricola situata a San Marzano Oliveto, in provincia di Asti. Un vino che assomiglia alla sua produttrice, Bruna Ferro: accogliente, piacevole, coerente e appassionato. Carussin non è solo sinonimo di vino, ma anche di fattoria didattica con tanto di asini (che ritroviamo ritratti sull’etichetta) e di agribar, gestito dal figlio di Bruna, Matteo che, da qualche tempo, è anche il produttore di “Clan!destino”, una birra tutta da scoprire.

Barolo “Paiagallo” Canonica

Roma. Vignaioli di Langa 2010. Interessante manifestazione dedicata ai vini naturali piemontesi. Tra i tanti assaggi, sorprende e convince il Barolo Paiagallo di Canonica. Un’azienda situata proprio nel centro storico del comune di Barolo, 1,7 ettari vitati, una micro-produzione di poche migliaia di bottiglie. Un vino sincero, diretto e, al tempo stesso, profondo. Non ci resta che assaggiare….

Hello world!

E’ nato “vini di miriam”, il mio blog di video-degustazioni: Un viaggio sensoriale ed emozionale attraverso i bicchieri di vino naturale!

Ad ogni incontro vi accompagnerò alla scoperta di una nuova etichetta!

Lungo il nostro percorso incontreremo degli amici che vi presenterò di volta in volta e che parteciperanno alle video-degustazioni con la loro esperienza di vita.

Colori, profumi e sapori che ci svelano l’anima di un vitigno, di una terra e della mano che ha saputo interpretare questo patrimonio.

Pronti a partire per il primo video-viaggio?